assicurazione sanitaria corea sud

Assicurazione Sanitaria Corea del Sud

andrea home

Andrea Tobanelli consulente assicurativo n. B000542111

Aiuto tante persone ogni giorno a scegliere la migliore soluzione per le loro esigenze. Non scegliere un prodotto assicurativo a caso, affidati alla mia consulenza e ai miei sconti esclusivi. Ho selezionato per te solo i prodotti che reputo migliori.

L’assicurazione viaggio è un prodotto indispensabile per chi si reca in Corea del Sud

Assicurazione Sanitaria di viaggio in Sud Corea

In Corea del Sud la situazione a livello sanitario è molto buona, ma i costi sono molto elevati. Consideriamo infatti che la Corea del Sud vanta all’interno dei propri ospedali delle cliniche internazionali, dove i medici parlano molte lingue straniere e vantano un’alta esperienza e competenza.

L’italiano che si trova a dover richiedere le cure mediche in Corea del Sud potrebbe però riscontrare alcuni problemi a causa delle spese molto eccessive. Il sito ministeriale viaggiaresicuri.it consiglia infatti di stipulare una polizza sanitaria prima di partire per il paese. In questo modo, qualsiasi sia l’imprevisto, il turista potrà fronteggiarlo nel migliore dei modi.
Prima di stipulare l’assicurazione è bene leggere tutte le clausole e accertarsi di aver inserito anche il pagamento del rimpatrio di emergenza qualora fosse necessario, compresa anche la copertura in caso di bisogno per un trasferimento d’urgenza in un paese vicino.

Assicurazione Viaggio Corea del Sud: situazione sanitaria


In generale, la situazione sanitaria nel Paese è molto buona, con personale medico altamente qualificato, soprattutto nelle maggiori città coreane. Molte strutture ospedaliere, particolarmente nelle grandi città, dispongono di cliniche internazionali con personale che parla inglese e altre lingue straniere. I costi di ricovero ospedaliero per i cittadini stranieri sono alti, quindi è consigliabile stipulare un’assicurazione sanitaria estero prima di visitare il Paese. Si consiglia di consultare il sito www.travelclinic.it/mondo/asia/corea.htm per informazioni aggiornate sulla salute locale.

Un elenco dei principali ospedali di Seoul che offrono servizi agli stranieri è disponibile nella sezione “Informazioni Generali – Informazioni Utili nel Paese”. Il Sung Ae Hospital, in particolare, offre sconti sui costi delle cure sanitarie ai cittadini italiani (fino al 55% di sconto), grazie alla collaborazione storica tra Italia e Corea durante la Guerra di Corea del 1950. Per usufruire di queste agevolazioni, è necessario presentare una dichiarazione rilasciata dall’Ambasciata d’Italia a Seoul che attesti la cittadinanza italiana.

A Seoul è stato aperto il “Seoul Global Center”, un centro di assistenza medica operativo 24 ore su 24, a disposizione degli stranieri residenti o in visita nel Paese. Il centro offre un’ampia gamma di servizi medici con personale che parla inglese e altre attività, inclusi corsi di lingua coreana. Informazioni più dettagliate sono disponibili sul sito: http://global.seoul.go.kr.

Viaggiare sereni in Corea del Sud

La situazione di sicurezza generale nella penisola coreana è stata relativamente stabile dal 1953, anno in cui è stata siglata una tregua armistiziale tra Corea del Nord e Corea del Sud. Tuttavia, la regione ha sperimentato periodi alterni di tensione e distensione, con episodi sporadici di schermaglie tra le forze armate delle due Coree, soprattutto vicino al confine.

Attualmente, la sicurezza nel Paese è considerata stabile. Si consiglia di restare aggiornati sugli sviluppi tramite il sito web dell’Ambasciata e di seguire attentamente le direttive delle autorità locali. La presenza della polizia è diffusa sia nelle città che nelle province, con numerose stazioni di polizia di quartiere e un esteso sistema di videosorveglianza CCTV.

Gli agenti di polizia spesso non parlano lingue straniere, ma da alcuni anni è disponibile in Corea un servizio di interpretariato multilingue, incluso l’italiano, offerto dalla BBB (Before Babel Brigade), un’ONG culturale coreana.

L’inquinamento atmosferico nelle principali città del Paese è aumentato negli ultimi anni. A Seoul, ad esempio, i livelli di polveri sottili nell’aria raggiungono una media di 100 microgrammi per metro cubo, con picchi di 300 microgrammi nei mesi invernali e primaverili. Il sud-est del Paese è soggetto a terremoti di moderata entità.

I tifoni, che storicamente hanno colpito soprattutto la regione meridionale del Paese, stanno diventando più frequenti negli ultimi anni.

Si raccomanda prudenza nelle vicinanze dell’area di demarcazione tra le due Coree (38° parallelo), generalmente inaccessibile ai turisti ad eccezione del punto di frontiera di Panmunjeom, che può essere visitato tramite escursioni di gruppo autorizzate dalle autorità locali. Si consiglia cautela anche a sud della DMZ, all’interno della cosiddetta “Northern District to the Civilian Control Line”, una striscia larga da 5 a 20 chilometri, il cui accesso è sottoposto ad autorizzazione. In questa zona è fondamentale seguire rigorosamente i percorsi autorizzati e le istruzioni delle autorità locali a causa della presenza di numerosi campi minati.

Tutte le informazioni aggiornate sul paese possono essere reperite presso il sito ministeriale Viaggiaresicuri.it