assicurazione sanitaria costa rica

Assicurazione Sanitaria Costa Rica

andrea home

Andrea Tobanelli consulente assicurativo n. B000542111

Aiuto tante persone ogni giorno a scegliere la migliore soluzione per le loro esigenze. Non scegliere un prodotto assicurativo a caso, affidati alla mia consulenza e ai miei sconti esclusivi. Ho selezionato per te solo i prodotti che reputo migliori.

Quando si viaggia in Costa Rica, l’assicurazione sanitaria di viaggio è un prodotto importantissimo. Non commettere l’errore di viaggiare senza copertura assicurativa.

Assicurazione Sanitaria di viaggio in Costa Rica

La situazione sanitaria in Costa Rica è abbastanza buona. Vanta strutture ospedaliere discrete e medici preparati. I centri di cura privati sono di qualità nettamente superiore ma i prezzi sono molto elevati. Solitamente offrono le cure solo dopo che il paziente ha dato loro la carta di credito, come garanzia per la copertura di tutte le spese.
Solo in caso di emergenza non è prevista tale manovra. Questa procedura in realtà viene adottata sia all’interno della struttura pubblica che privata e potrebbe così causare un grave disagio al turista che magari non dispone della cifra necessaria per la prestazione medica.

In Costa Rica è possibile reperire i principali farmaci, ma il costo è molto elevato. Visto che la vacanza potrebbe tramutarsi, a causa di queste spese davvero eccessive (anche per un banalissimo problema di salute), in una perdita di denaro elevata, è bene prima di partire stipulare un’assicurazione sanitaria estero che copra ogni nostro bisogno.

Assicurazione viaggio per il Costa Rica: sicurezza

Il Costa Rica sono presenti molti casi di febbre dengue endemica, motivo per cui è bene prendere le principali precauzioni contro le punture di insetto. Il problema è presente soprattutto nel periodo delle piogge ma è diffuso praticamente in tutto il paese. La dengue emorragica è invece molto poco diffusa, ma è mortale.

In Costa Rica si contano numerosi casi di infezioni gastrointestinali a causa dell’acqua e del cibo contaminato. È consigliato infatti bere acqua in bottiglia, lavare le verdure e non consumare carne cruda.
È obbligatoria la vaccinazione contro la febbre gialla per tutti coloro che hanno più di un anno e arrivano da Paesi a rischio di trasmissione della stessa.

In Costa Rica è presente la microcriminalità. Evitare quindi le zone isolate e le regioni del nord ovest. Evitare di muoversi la notte, soprattutto nelle zone più diffamate. Il sito viaggiaresicuri.it ricorda che le spiagge isolate vanno evitate, inoltre le località balneari non sono adeguatamente tutelate e mancano praticamente ovunque i servizi di salvataggio. Evitare le zone paludali e quelle nei pressi dei fiumi perché sono presenti coccodrilli.
Molto severe sono le leggi contro lo spaccio e la detenzione di droga. La maggioranza degli italiani detenuti nel paese lo sono proprio per questo motivo.
Ricordiamo che in Costa Rica è valida la patente italiana ed è obbligatoria l’assicurazione sulla responsabilità civile obbligatoria.

Viaggiare in sicurezza nel Costa Rica


Il Costa Rica, pur non essendo nella zona più esposta agli uragani, è frequentemente interessato da tempeste tropicali. In particolare, da giugno a novembre, si verificano forti piogge e talvolta uragani, che possono causare disagi e situazioni di emergenza. Si suggerisce ai cittadini di:

  • Registrarsi sul sito “Dove siamo nel mondo” per ricevere aggiornamenti;
  • Prepararsi a possibili ritardi dovuti a strade inagibili per allagamenti o frane, che possono ostacolare l’accesso agli aeroporti e alle frontiere;
  • Mantenersi informati sulle condizioni meteorologiche attraverso i media e consultando i siti del National Hurricane Center (www.nhc.noaa.gov) e della Commissione Nazionale di Emergenza (www.cne.go.cr), seguendo attentamente le istruzioni delle autorità;
  • Stipulare un’assicurazione di viaggio che copra spese impreviste, inclusi costi sanitari ed evacuazioni mediche;
  • Preparare un kit di emergenza con acqua, farmaci, cibo non deperibile, una radio a batterie e documenti importanti, come il passaporto, conservati in un contenitore impermeabile.

Durante una tempesta tropicale è sconsigliato guidare a causa delle pericolose condizioni stradali.

Il Costa Rica è anche soggetto a rischi sismici e vulcanici frequenti, dovuti alla presenza di tre faglie sotterranee principali. Questo ha provocato vari terremoti significativi e eruzioni vulcaniche, con frequenti scosse superiori ai 4/5 gradi sulla scala Richter. Tra i vulcani attivi, ma dormienti, ci sono quelli vicino alla Valle Central, dove si trova la capitale San Josè. Per ulteriori informazioni e aggiornamenti, si consiglia di visitare il sito della Commissione Nazionale di Emergenza.

Consigli sul Costa Rica dalla Farnesina

Si suggerisce di evitare le aree remote, specialmente quelle vicine al confine con il Nicaragua e in Guanacaste, dove si sono verificati in passato rapimenti di stranieri per estorsione. È consigliabile non frequentare le spiagge isolate a causa del rischio di furti e aggressioni. In particolare, si sconsiglia di percorrere le coste di notte, anche in auto, soprattutto lungo le coste del Pacifico (Tamarindo, Montezuma, Jacò) e quelle atlantiche (Limón-Cahuita-Manzanillo), dove si sono verificati omicidi di stranieri per estorsione e furti frequenti di autovetture e oggetti in esse lasciati.

Si evidenzia che solo cinque delle 640 spiagge del Costa Rica hanno bagnini e personale di sicurezza. Queste spiagge sono Bahia Ballena, Manuel Antonio, Tamarindo e Ventanas sulla costa pacifica, e Playa Negra e Manzanillo sulla costa atlantica. Dato che le correnti marine sono molto forti in molte spiagge, è raccomandato fare attenzione e non allontanarsi troppo dalla riva.

Per la visita ai parchi naturali, è preferibile andare in gruppo con guide autorizzate, a causa di precedenti aggressioni armate a turisti italiani. Si consiglia cautela anche nel centro di San Josè, soprattutto di sera e di notte, a causa degli elevati rischi di scippi e aggressioni a turisti.

Inoltre, è prudente essere cauti nel scegliere alloggi, specialmente piccoli hotel economici con scarse misure di sicurezza, particolarmente quelli nei quartieri centrali di San Josè, dove ci sono alti livelli di microcriminalità e presenza di spacciatori di droga, soprattutto di notte.

Tutte le informazioni aggiornate sul paese possono essere reperite presso il sito ministeriale Viaggiaresicuri.it